È stata realizzata a fine 2008 la mostra permanente “La Chiesa delle Vigne attraverso i secoli”, su un percorso, che permette di rivivere la storia, mediante pannelli esplicativi degli elementi più significativi che caratterizzano tuttora sia l’intero complesso delle Vigne: Basilica, Campanile, Chiostro. La mostra è stata voluta come un’ulteriore occasione per far conoscere meglio le bellezza che cela questo importante patrimonio dell’umanità regalatoci dai nostri antenati. Questa mostra è stata fortemente voluta da Mons. Marco Doldi che, con la collaborazione e la progettazione dell’Arch. Bruna Solinas ed i suoi collaboratori, è riuscito ad allestire lo spazio del Chiostro risalente al 1025 d.C. con materiale storico, grafico a fotografico.

Nell’itinerario sono stati raccolti elementi storici che non sono abitualmente fruibili dai visitatori ma che hanno grande fascino; un esempio è l’antico soffitto ligneo a capriate risalente al 980 d.C. scomparso alla vista per la successiva installazione, nel periodo barocco, di un soffitto strutturato a volte a botte.
Sui pannelli espositivi, situati sul perimetro del piano terreno dei due presenti nel Chiostro, troviamo immagini che si riferiscono a quest’ultimo, alla Basilica e al Campanile, si è cercato di unire questi elementi che, pur essendo vicini, sono tutti e tre apparentemente divisi; il grande Campanile, costruito in modo davvero originale, a cavallo della via che separa la Chiesa dal Chiostro poggia su una poderosa arcata a sesto lievemente acuto.
Quest’evento artistico-culturale ha lo scopo di incentivare l’affluenza di visitatori, turisti, degli abitanti della zona e di promuovere nuove attività all’interno della struttura.
L’inaugurazione è avvenuta con tante persone la sera del 18 novembre: in quella occasione è stato offerto anche un aperitivo agli ospiti.

INSIGNE COLLEGIATA E BASILICA S. MARIA DELLE VIGNE
16123 Genova (GE) - Vico Del Campanile Delle Vigne, 5
Tel. 010 247 47 61

COME ARRIVARE

La visita alla Basilica delle Vigne vi regalererà anche una passeggiata in una delle zone più caratteristiche del Centro Storico di Genova. Potrete camminare tra i vicoli e i carruggi, ricchi di storia e cultura, oltre che di negozi e attività artigiane tipiche genovesi.

> DALL'ACQUARIO per raggiungere la Basilica delle Vigne basta attraversare Piazza Caricamento verso il Centro Storico, direzione Piazza Banchi. Da qui sempre dritti in Vico degli Orefici, e dopo qualche metro, in corrispondenza di Piazza Campetto, girare a sinistra in Vico Chiesa delle Vigne.

> DA PIAZZA DE FERRARI si può scegliere
- di attraversare i vicoli scendendo da Salita San Matteo, attraversando Piazza San Matteo e Vico San Matteo. Da qui si giunge in Piazza Campetto, e sempre dritti in Vico Chiesa delle Vigne;
- di percorrere l'elegante via XXV Aprile fino in Piazza Fontane Marose. Sul lato sinistro della Piazza scendere in Via Luccoli fino a Piazza Soziglia. Da qui continuare dritti e in corrispondenza di Piazza Campetto, girare a destra in Vico Chiesa delle Vigne.

> DALLA CATTEDRALE DI SAN LORENZO usciti dalla Cattedrale girate a destra, percorrete Via di Scurreria fino in Piazza Campetto, da qui sempre dritti fino a Vico Chiesa delle Vigne.

 

ORARI E APPUNTAMENTI

Domenica e Feste
S. Messa parrocchiale ore 11
Vespro ore 17

Sabato
Ufficio Divino celebrato dai Canonici con i fedeli ore 10
S. Messa Capitolare in canto ore 10,45
Adorazione Eucaristica ore 16,45
S. Messa vespertina in canto ore 17,30

Giorni Feriali
S. Messa ore 8
S. Rosario ore 17
S. Messa ore 17,30

Giovedì
Adorazione eucaristica ore 18 – 20

Ogni primo Sabato del Mese
S. Rosario meditato ore 11,30

Festa Patronale 21 novembre
Solenne Pontificale dell’Arcivescovo di Genova ore 18

CALENDARIO LITURGICO DELLA BASILICA
8 gennaio: Elevazione a Basilica Minore (1983)
3 febbraio: San Biagio, reliquia insigne
22 febbraio: Cattedra di S. Pietro, festa
25 marzo: Annunciazione, altare dedicato
5 aprile: Prima incoronazione Madonna (1616)
19 aprile: Elezione di Benedetto XVI (2005)
13 maggio: S. Maria ad Martyres, prima festa
13 giugno: S. Antonio, altare dedicato
15 giugno: Dedicazione della Chiesa (914)
29 giugno: S.S. Pietro e Paolo, solennità
3 settembre: Elezione di Benedetto XV (1914)
14 settembre: Esaltazione S. Croce, altare dedicato e reliquia insigne
29 settembre: S. Michele, altare dedicato
21 novembre: Madonna delle Vigne
26 dicembre: S. Stefano, altare dedicato
27 dicembre: S. Giovanni Evangelista, altare dedicato

Il complesso delle Vigne è caratterizzato dal grande Campanile costruito, in modo davvero originale, a cavallo della via che separa la Chiesa dal Chiostro.
La sua costruzione è da collegarsi alla erezione in Parrocchia della Chiesa delle Vigne, avvenuta nel 1147 circa.
La poderosa arcata a sesto lievemente acuto, su cui poggia, è impostata su forti muri in pietra squadrata appoggiati da un lato alla testata del transetto della Basilica e dall’altro sul muro del Chiostro, in quel tratto interrotto a forza.
Il campanile delle Vigne è tra i grandi campanili romanico-gotici ancora conservati a Genova, quello più antico rimasto. Alto 40 mt. dal piano della strada all’ultima cornice è 56 mt. alla cuspide, si erge solenne nella sua mole squadrata, traforata sui quattro lati da coppie di bifore nell’ordine inferiore e da vaste pentafore nell’ordine superiore.
Sotto l’arco, su cui poggia il Campanile, è custodito il sepolcro di Anselmo d’Incisa, che fu medico del papa Bonifacio VIII e di Filippo II, re di Francia. Sul frontespizio del sepolcro è raffigurata su un bassorilievo la storia mitologica di Alcesti (II sec. d.C.).
All’interno del Campanile sono ospitati gli Archivi storici: quello dei Massari, quello del Capitolo dei Canonici e quello della Prevostura.

Scoutismo cattolico: la nascita a Genova nel Chiostro delle Vigne
1905: Il pedagogista Mario Mazza fonda a Genova i Ragazzi Esploratori Cattolici Italiani (RECI)
1910: Mario Mazza conosce il medico inglese sir James Richardson Spensley. Insieme fondarono la Sezione genovese dei Ragazzi Esploratori italiani (REI).
1912: A Roma il prof. Roberto Colombo fonda il Corpo Nazionale Giovani Esploratori Italiani (CNGEI), dove confluiscono molti giovani dei REI.
1913: Mario Mazza esce dal REI per contrasto con il Presidente di allora. Con l'autorizzazione della Curia Arcivescovile di Genova fonda nuovamente le Gioiose, ma in chiave Scout.
La cerimonia si svolse nel Chiostro Millenario delle Vigne. Primo Assistente Spirituale fu don Vittorio Bruzzo, Canonico della Insigne Collegiata.
1928: Il governo scioglie lo scoutismo; mons. V. Bruzzo difese gli Scouts presso le autorità civili e con articoli sui giornali; per la sua fiera opposizione venne denunciato come antifascista. Finita la guerra, fu tra coloro che riorganizzeranno l'Asci.

Il Chiostro Millenario, situato sul lato sinistro dell’antica Basilica delle Vigne, aveva intorno le abitazioni dei Canonici della Collegiata; tutt’oggi vi abitano alcuni Canonici.
Il muro esterno, lungo la stretta via che separa la Chiesa dal Chiostro, mostra in basso una lunga teoria d’archi medievali, forse tombe ad arcosolio ricavate nello stesso spessore del muro. Gli archi sono a tutto sesto con conci a forma lunata, caratteristici del periodo iniziale del romanico ligure.
Il Chiostro, di forma rettangolare, misura mt. 17,30 per mt. 13,20 ed è articolato in due piani.
Pur attraverso i copiosi rimaneggiamenti posteriori, è facile riconoscere le sue forme originarie, assai semplici nell’uso della pietra nera locale tanto per le tozze colonne che per i capitelli di semplice forma cubica.
La sua data di fondazione si aggira, secondo antiche notizie storiche, intorno al 1025.
Attualmente ospita un locale per conferenze e proiezione di audiovisivi (Sala dell’Angelo), alcuni locali per la catechesi, per gli incontri e per il gioco dei bambini. Il cortile è utilizzato dai ragazzi del quartiere per il gioco del pallone.